V come… Vitamina D!

Le vitamine sono sostanze di natura diversa che sono richieste dall’organismo in quantità limitate, ma necessarie alla sua crescita.

Il gruppo delle vitamine D comprende 5 diverse vitamine, assunte attraverso l’alimentazione o prodotte a partire dal colesterolo (animale) e dall’ergosterolo (vegetale) con l’aiuto dei raggi UV del nostro splendido Sole.

La vitamina D è coinvolta nel metabolismo osseo e nell’assorbimento del Calcio a livello intestinale ed una sua carenza può provocare osteoporosi e rachitismo, ovvero indebolimento dell’osso. Un suo eccesso può però provocare la comparsa di calcoli renali, calcificazione dei tessuti ed accrescimento osseo. Quindi NON vanno presi integratori in assenza di necessità (o per fai da te).

Prima di proseguire voglio spendere solo due parole sull’osteoporosi. E’ una patologia che colpisce soprattutto le donne in età non più fertile, quando viene a mancare la protezione ormonale esercitata dagli estrogeni. Quanto più aumenta la prospettiva di vita, tanto più si allunga questa fase che segue l’età fertile e dunque il rischio di incorrere in questa patologia, di cui si parla pochissimo, ma che causa un indebolimento di tutta la massa ossea con conseguenti fratture spesso invalidanti. Quindi poniamo la nostra attenzione sulla quantità di Calcio e di Vitamina D che riusciamo ad assumere con la dieta, fin da piccoli.

Una carenza di vitamina D è stata correlata ad una molteplicità di patologie anche molto diverse tra loro (sclerosi multipla, cancro, ipertensione arteriosa, asma), ma non è stato compreso in ognuno di questi casi il meccanismo con il quale quest’ormone eserciti la sua protezione.

Ulteriori studi su questa vitamina hanno dimostrato che una sua carenza è strettamente correlata alla comparsa di Alopecia Areata, ovvero la perdita di capelli a chiazze dovuta ad una patologia di tipo autoimmune (le difese immunitarie per errore scambiano per nemici cellule del nostro corpo), che attacca il capello in fase anagen, ovvero nella sua fase di crescita. La carenza di vitamina D è inoltre connessa alla comparsa della vitiligine, un’altra patologia autoimmune che comporta la comparsa di chiazze non pigmentate sulla pelle, ma non è noto se possa esserne la causa.

Purtroppo non è stato ancora dimostrato se integratori a base di vitamina D possano essere efficaci sulla perdita dei capelli o sulla cura della vitiligine, ma resta un argomento che potrebbe riservarci piacevoli sorprese in un futuro non troppo lontano.

Stay Tuned

La Scienzabolaria

 

 

 

Post Scriptum

Per Approfondire:

 

Wikipedia sulle Vitamine

Wikipedia sulla Vitamina D

Studio sulla carenza di vitamina D nell’alopecia areata

Ulteriore studio sulla correlazione tra Vitamina D e Alopecia Areata

Wikipedia sull’Alopecia Areata

Wikipedia sulla Vitiligine

Studio sulla correlazione tra la vitamina D e la protezione dalla cancerogenesi

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: