F come… Fiori di Bach!

Ieri, per caso, si parlava di ansie… Io sono una persona molto ansiosa e riconosco che, nei momenti di particolare stress, mi capiti di pensare che se avessi una bacchetta magica per farli sparire, probabilmente la userei senza pensarci un secondo. Se poi ci penso un po’, invece, mi viene da riflettere sul fatto che, insonnia a parte, l’ansia sia una reazione del mio corpo che mi aiuta ad ottimizzare le energie per conseguire un obiettivo a cui tengo molto. Ma non divaghiamo…

Parlando di ansie, vengono fuori ad un certo punto i “Fiori di Bach” e decido di informarmi, non si sa mai che funzionino…

(Adesso farò il grande sforzo di scrivere senza essere di parte per qualche rigo)

Apprendo dal sito ufficiale di questa “terapia” che i Fiori di Bach agiscono sul piano emotivo di una situazione patologica, che, come è noto, influisce poi su quello fisico. (E fino a qui è tutto bellissimo). Vado avanti e scopro che “I diversi rimedi sono la somma dell’azione congiunta dell’acqua e del fuoco, visto che gli elementi terra ed aria sono già presenti nel fiore, la pianta che li ha generati è difatti cresciuta fra la terra e l’aria del cielo.” E quindi le preparazioni sono costituite da Fiori raccolti “in una giornata di sole” e messi in acqua alla luce del sole o fatti bollire. All’acqua in questione è aggiunto del brandy come conservante. A questo punto il sito ufficiale spiega come funzionano “Non è un concetto di principi attivi presenti nel fiore da un punto di vista chimico – fisico, ma piuttosto di principi energetici che ogni pianta possiede. I “semplici”, vecchi erboristi dei secoli passati, si basavano proprio sulla forma, sul colore e sulle particolarità di ogni pianta per capire il campo di utilizzo. All’epoca non esistevano laboratori per la ricerca di elementi e sostanze presenti nella pianta, allora l’intuito e la capacità di entrare in contatto con la natura stessa della pianta permettevano di capire a cosa poteva essere utile. Le proprietà delle erbe tramandate dai “semplici” sono poi state confermate dagli attuali studi scientifici.”.

…Aspetta un attimo…

  1. Principi energetici: che sono quali? Dimostrabili come?
  2. Un’offesa micidiale a tutti gli erboristi passati e presenti, pace all’anima loro! Si sperimentava già agli albori, magari non con la stessa precisione di oggi, eppure ci sono piante che utilizziamo oggi come si faceva già molti anni fa. E’ vero che le proprietà di alcune erbe sperimentate grossolanamente centinaia o migliaia di anni fa sono state poi documentate e confermate… Ma nessuno sta affermando che siano quelle che loro utilizzano! (Occhio perché la frase è sottile e studiata di proposito perché possiate pensare che ci sono studi che confermano che i Fiori di Bach funzionano, ma vi anticipo che non è così!)

L’effetto placebo fa parte di ogni cura. Io ricordo sempre con piacere i miracoli fatti da tazze di acqua calda con l’alloro e un po’ di zucchero date ai miei lupetti quando la sera avevano mal di pancia e non volevano dormire… A volte basta prendersi cura di qualcuno per farlo stare meglio. Però il confine con la presa in giro qui è veramente sottile… Qui qualcuno vi sta dicendo che non ci sono principi attivi (sfido a dimostrare il contrario!), ma principi energetici (?) che agiscono sulla vostra mente (e questa affermazione potrebbe anche voler dire, abbastanza esplicitamente, che vi fanno un effetto placebo) e che alcune piante utilizzate da molti secoli erano riconosciute dagli erboristi per forma colore e particolarità della pianta (e come avrebbero dovuto riconoscerle? Senza guardare?) e che le proprietà di molte erbe sono poi state confermate da studi scientifici (non necessariamente le loro erbe, e comunque con una certa concentrazione che non può essere raggiunta con le loro metodiche di preparazione).

Sento il dovere di aggiungere che qualcun altro si è preso la briga di dimostrare con studi seri, con gruppi di controllo, che i Fiori di Bach non hanno altro effetto al di fuori dell’effetto placebo. Nella sezione dei link in basso ovviamente lo troverete allegato. Diffidate da studi, che spesso vengono millantati come studi scientifici, eseguiti con modello intervista del tipo: “I Fiori di Bach le hanno fatto effetto?”, che non è metodologicamente corretto.

Anche l’effetto placebo fa parte di una terapia, ma basare una terapia solo sull’effetto placebo… come vi pare?

Stay tuned

La Scienzabolaria

 

 

 

 

Post Scriptum

Per approfondimenti:

Uno studio serio che dimostra l’inefficacia dei Fiori di Bach

Il sito ufficiale dei Fiori di Bach che ho citato

L’immancabile Wikipedia sui Fiori di Bach

Uno studio che mostra la parzialità degli studi che sostengono l’efficacia della floriterapia con i Fiori di Bach

Annunci

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: