P come… Paura!

Ieri sera ho colmato una delle mie mille lacune cinematografiche… Ho visto per la prima volta, dopo 24 anni dalla sua uscita nelle sale… rullo di tamburi… Jurassic Park!

Ammetto che sapevo abbastanza bene cosa aspettarmi, perché ho letto, anche se non recentemente, il libro da cui il film è tratto (e diversi altri dello stesso autore, Michael Crichton, che per altro vi consiglio se siete amanti dell’avventura e se il tema dell’etica scientifica vi appassiona). Stranamente, questo non mi ha per nulla impedito di avere paura al momento giusto!

Per intenderci… non è che gli amici velociraptor siano proprio carini come i puffi…

Ma perché abbiamo paura? A cosa serve avere paura? Cosa succede al nostro corpo quando abbiamo paura?

La paura è una delle otto emozioni primarie: rabbia, paura, tristezza, gioia, sorpresa, attesa, disgusto, accettazione. Nella genesi della paura è coinvolta l’amigdala, una piccola porzione cerebrale rotonda implicata nella valutazione emotiva e nella memorizzazione degli eventi negativi. Emozioni intense determinano un’attivazione della corteccia insulare, un’altra porzione cerebrale connessa con i centri vegetativi, che controllano le reazioni involontarie del nostro corpo. Viene attivata una parte del sistema nervoso autonomo, chiamata “sistema nervoso simpatico”, che determina dilatazione della pupilla, secrezione di muco (e non di saliva liquida, ecco perchè sentiamo la secchezza alle fauci), aumento della frequenza cardiaca, costrizione dei vasi sanguigni periferici (impallidiamo), bronco dilatazione (per respirare meglio) e così via. A che serve tutto questo? A preparare il corpo ad una reazione del tipo “attacca o fuggi”, conseguente allo stimolo della paura.

Ovviamente la mia reazione è stata minima, perché ero consapevole che il pericolo non fosse reale… Ma ad un pericolo maggiore corrisponderà una reazione più intensa. In ogni caso il mio cervello ha realizzato che la vicinanza ai simpatici velociraptor poteva rivelarsi pericolosa e ha messo il mio corpo in condizione di fuggire o di reagire… Un salvavita insomma!

La paura ci ha consentito e ci consente ancora oggi di resistere, sopravvivere, evolverci. Ciò a cui dobbiamo stare attenti è solo non consentirle di dominarci.

Solo tre pensieri per voi…

“La paura governa il genere umano. Il suo è il più vasto dei domini. Ti fa sbiancare come una candela. Ti spacca gli occhi in due. Non c’è nulla nel creato più abbondante della paura. Come forza modellatrice è seconda solo alla natura stessa.”
(Saul Bellow)

“L’unica cosa di cui dobbiamo avere paura, è la paura stessa.”
(Franklin D. Roosevelt)

“Aver paura è una cosa. Lasciare che la paura ti afferri per coda e ti faccia girare come una trottola è un’altra.”
(Katherine Paterson)

 

Stay Tuned!

La Scienzabolaria

 

 

Per approfondimenti

“Fisiologia – Dalle molecole ai sistemi integrati” – E. Carbone, F. Cicirata, G. Aicardi

Katherine Paterson

Saul Bellow

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: